Tenersi in forma con la pizzica salentina

Quando si pensa al Salento si pensa, soprattutto, al sole, al mare, al divertimento e alla pizzica. Di cosa si tratta? Di uno dei migliori modi per tenere in forma corpo e spirito oltre che, naturalmente, di un ballo sensuale e travolgente che è l’essenza stessa del Salento.

La pizzica salentina, oggi come oggi, è conosciuta in ogni dove, anche fuori dallo stesso Salento, perché si sta affermando come un qualcosa che cura corpo e spirito e libera da tutti i pensieri. Trattandosi di una danza ancestrale, che riporta alle origini, la pizzica salentina permette di tenere in forma il corpo, che si sfrena e si libera nella danza. Prima di approfondire questo aspetto, però, è importante fare un breve accenno storico circa quelle che sono le origini di questa danza. Stando a quanto si è tramandato da generazioni in generazioni, molto probabilmente la storia della pizzica comincia nella antica Grecia. Sebbene non ci siano delle fonti sicure in merito a quanto detto, c’è una sicurezza: si trattava di un ballo fatto nei momenti di festa. La tradizione parla anche del famoso morso della tarantola che è strettamente connesso al ballo stesso. Dopo essere state morse, queste donne cadevano in uno stato di trance e, per liberarsi dal veleno iniettato dall’animale, incominciavano a dimenarsi sino all’espulsione totale del veleno. Questo spiegherebbe, quindi, il perché dei movimenti rapidi. Un tempo, il rito rappresentava un vero e proprio momento di aggregazione collettiva: in poche parole, si trattava di un rito liberatorio a cui tutti potevano prendere parte. Con il passare del tempo e con l’arrivo del Cristianesimo, la pizzica salentina rafforzò il suo effetto terapeutico, dato che veniva vista come un qualcosa in grado di liberare dal mare. E’ proprio in questo periodo che la figura di San Paolo entra prepotentemente nella tradizione della pizzica e lo si può capire anche dai testi di diverse canzoni che accompagnano il ballo.

PizzicaFoto Pubblico Dominio

Come detto, si tratta di un ballo assolutamente liberatorio e dal significato fortemente simbolico. Se prima si ballava per liberarsi dal veleno iniettato in corpo con un morso di taranta, oggi la pizzica salentina è diventata un vero e proprio must che ha scavalcato i confini regionali e che viene conosciuto in ogni parte d’Italia. Tutto questo è facilitato anche dal fatto che, essendo il Salento una delle mete principali del turismo estivo, sempre più persone si ritrovano ad assistere a degli affascinanti concerti di pizzica, dove rimanere inebriati dalla musica e dal ritmo è una cosa assicurata. Ecco, quindi, spiegata la diffusione della pizzica salentina anche in zone che con il Salento non hanno nulla a che vedere, geograficamente parlando.

Trattandosi di una danza, ci sono delle regole e delle varianti, ma diciamo che, tutto sommato, si tratta di un ballo che permette alla creatività di esprimersi e all’ansia di essere buttata fuori. Ma non basta, perché ci sono anche dei benefici fisici che si ottengono con la pizzica. Quali? Innanzitutto, si migliora la resistenza, essendo questo un esercizio cardio di notevole importanza, e si migliora anche la coordinazione. In secondo luogo si dimagrisce, perché ballando in maniera veloce si bruciano diverse calorie. Allo stesso tempo, però, ci si rassoda e il connubio dimagrimento e rassodamento è molto importante per chi vuole rimanere sempre in forma o riacquistarla. Infine, si combatte lo stress e questo è un aspetto che non deve essere sottovalutato.

Tenersi in forma con la pizzica, quindi, è possibile e si hanno anche tanti altri vantaggi. Come detto, si tratta di una di quelle danze che liberano lo spirito dallo stress quotidiano. Per imparare la pizzica non si deve necessariamente essere in Salento, sebbene qui si insegni la versione originale e il tutto è condito da un’aurea speciale, che rende l’esperienza unica. Se si desidera seguire un corso di pizzica in Salento, è bene informarsi della disponibilità di corsi estivi o è preferibile prenotare un viaggio per fare un corso intensivo (clicca qui per affitti in salento). Possiamo assicurare che ne varrà la pena, data la bellezza di questa terra, che accoglie perle come Lecce (visita il sito: www.vacanzelecce.net), capitale del Barocco e della bellezza, Otranto (qui maggiori info su Otranto) o, ancora, Gallipoli, patria della movida notturna salentina. Se si vuole, invece, optare per imparare la pizzica altrove, è utile informarsi su quali sono i corsi disponibili nella propria città. Come detto, si tratta di una danza che sta prendendo sempre più piede e che, pertanto, sta diventando sempre più diffusa in ogni angolo d’Italia. E’ sicuro che in ogni città si organizzano dei corsi di pizzica salentna e, quindi, non rimane che informarsi in merito e cominciare ad apprendere una delle danze più antiche e liberatorie che esistono. Di certo l’esperienza sarà di quelle che coinvolgono tutti i sensi e che danno una scossa alla psiche e al cuore, entrando dentro e coinvolgendo tutto il corpo che andrà a dimenarsi in questo ballo sfrenato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>